martedì 11 settembre 2012

Capanne di Cosola - Monte Carmo



Partenza: Capanne di Cosola (Al)

Arrivo: M.te Carmo (mt. 1642)

Lunghezza del percorso (a/r): 14.5 km. ca. Clicca qui per il percorso Capanne di Cosola - M.te Carmo

Tempo di percorrenza (a/r): 4 h. 30 min. ca. 

Segnavia: CAI bianco-rosso


Scheda: Ho effettuato questa escursione più volte, a partire dal 2004. Le foto si riferiscono all'ultima escursione, di agosto 2011 in una splendida giornata di sole, calda ma non troppo, come testimonia il cielo azzurro senza foschia.
La partenza del nostro itinerario è da Capanne di Cosola, a circa 1500 metri di altitudine, raggiungibile dalla SP140 che risale la Val Borbera. 
Sul retro dell'omonimo Albergo Ristorante, parte un sentiero che fiancheggia per un breve tratto la strada asfaltata per Bogli e Artana, per poi iniziare a salire sulla destra, verso la cima del Monte Cavalmurone (mt. 1670), da cui è possibile ammirare un fantastico panorama della Val Boreca e dell'imponente piramide del Monte Alfeo. Di fronte a noi, i piccoli borghi di Pizzonero e Suzzi.
Raggiunta la vetta del Cavalmurone, il sentiero inizia a scendere, per poi salire nuovamente verso il Monte Legnà (mt. 1669).
Il nostro sentiero lascia la cima del Legnà sulla destra (proseguendo oltre la cima del Legnà ci si dirige verso il M.te Porreio, alle pendici del quale si trova l'abitato di Daglio) e dopo una ripida discesa raggiunge il Passo del Legnà (mt. 1466), dove incrocia la vecchia strada che porta da Bogli a Cartasegna e che funge di fatto da spartiacque tra la Val Borbera (a destra) e la Val Boreca (a sinistra). 
Scendendo ulteriormente dal Passo del Legnà, si lascia sulla destra la carrareccia che porta a Cartasegna e ci si immerge in un boschetto sulla sinistra (attenzione alle segnalazioni) che offre qualche scorcio - tra gli alberi - sulla Val Boreca, dove il sentiero, dopo un primo tratto in lieve discesa, inizia a salire con dei ripidi tornanti. 
All'uscita della faggeta, sul lato della Val Borbera, si transita sotto la cima del Poggio Rondino (mt. 1630) e si gode di una vista frontale sul M.te Carmo, meta della nostra escursione.
Si prosegue quindi su un piccolo sentierino essenzialmente pianeggiante, che offre ampi scorci sulla Val Borbera, sul Monte Antola e sull'abitato di Carrega Ligure, per poi ritornare per un breve tratto sul lato della Val Boreca, fino a ritrovarsi ai piedi della ripida salita del Monte Carmo (mt. 1642).
La salita al Carmo è ripida, ma sostanzialmente piuttosto breve. Dalla vetta, sulla quale è posizionata una croce metallica, si può ammirare un meraviglioso panorama a 360°, che spazia dai Monti Ebro, Cavalmurone, Legnà, Lesima, Alfeo, e Antola.
Al ritorno è possibile percorrere lo stesso sentiero fino al Passo del Legnà, dove - volendo - si può evitare la ripida salita al Legnà e scendere a destra verso Bogli utilizzando la vecchia mulattiera che porta ai pascoli che si trovano immediatamente sopra al paese. 
Si ritorna poi alle Capanne di Cosola con un ultimo tratto di strada asfaltata.

Giudizio: bella escursione, discretamente impegnativa - in particolare l'inizio, con le salite a Cavalmurone e Legnà e la salita al Poggio Rondino nella faggeta - ma addolcita dalla bellezza dei panorami che si possono ammirare, su tutti la selvaggia Val Boreca. Ottima la collocazione del Monte Carmo, che permette di godere di un'ottima vista su tutto l'appennino delle 4 province. E' una di quelle escursioni che a cadenze regolari consiglio di fare.


Il Monte Lesima fotografato dalla partenza del nostro itinerario

Capannette di Pey

Panorama dell'alta Val Borbera

Capanne di Cosola e il M.te Ebro

Salendo al Cavalmurone

La vetta dell'Alfeo vista dalla salita del Cavalmurone

Passo del Giovà e il M.te Lesima

Aie di Cosola e Montaldo di Cosola dal sentiero per il Cavalmurone

Pej e il Passo del Giovà. Sullo sfondo, il M.te Penice

Pizzonero (Pc)

Suzzi (Pc)

L'Alfeo e la Val Boreca dal Cavalmurone

Panorama dal Cavalmurone. Sullo sfondo, i Monti Carmo, Pecoraia e Zovallo

Il Lesima dal Cavalmurone

Il Poggio Rondino e il Carmo visti dal Cavalmurone

Pizzonero, sulle pendici del M.te Ronconovo. Alle spalle, svetta il Monte Alfeo

Il Carmo fotografato dal sentiero tra il Cavalmurone e il Legnà

Da sinistra: Poggio Rondino e Carmo, Antola e Legnà

Guardandosi alle spalle dal Legnà

Panorama della Val Boreca dal M.te Legnà. Si riconoscono i paesi di Pizzonero, Bogli e Suzzi

Bogli (Pc)

Sul Legnà, con l'Alfeo alle spalle

Sul Legnà, con il Poggio Rondino e il Carmo sullo sfondo

Bogli e la Val Boreca visti dal Passo del Legnà

Panorama dell'alta Val Borbera dal Poggio Rondino

Il sentiero che dal Poggio Rondino conduce al Carmo (sullo sfondo)

I resti del castello di Carrega Ligure e il paese di Magioncalda (Al)

Il paese abbandonato di Chiapparo, sulle pendici del M.te Carmetto

Il Monte Carmo

Carrega Ligure (a sin.) e Connio (a destra) dal sentiero per il Carmo

Panorama della Val Boreca dalla salita del Carmo

Guardandosi alle spalle mentre si sale al Carmo

L'alta Val Borbera dalla salita del Carmo

Alpe di Gorreto (Ge) e Fontanachiusa (Ge), in alta Val Trebbia, visti dal Monte Carmo

Panorama dal Carmo. Sotto di noi, i Monti Pecoraia, Zovallo, Busasca e Alfeo

La croce sulla vetta del Carmo

Guardando verso la Val Borbera

Finalmente in cima!

Passo Maddalena, il Monte Busasca e l'Alfeo

Panorama dal Carmo verso Casa del Romano (Ge), al confine tra Piemonte e Liguria

Strapiombo sulla Val Boreca. Alle spalle, il paese di Suzzi

Un simpatico incontro scendendo dal Carmo




Nessun commento:

Posta un commento